Fb Top
ISSPN_IW

Lo Spirito di Stella

Montegrappa Supporta Wheels On Waves e Lo Spirito di Stella

L’edizione di queste penne è limitata a 500 roller e a 500 stilografiche alimentate sia a converter che a cartuccia e dotate di pennino filigranato in oro 18k. Tutti gli strumenti per la scrittura Spirito di Stella sono realizzati in resina blu navy, a richiamare il colore del mare e della barca stessa, ed hanno un fusto in teak lavorato a laser con il decoro tipico del deck delle barche a vela. Tutte le finiture sono in acciaio stainless. La forma suggerisce la funzionalità degli scafi del catamarano, grazie ad un cappuccio allungato con la sommità appuntita, una sottile clip da taschino con il simbolo della rosa dei venti ed un fusto armoniosamente arrotondato.

SELEZIONA TIPOLOGIA

DISPONIBILE PER GRADI DI SCRITTURA

F
M
B

CARATTERISTICHE

Materiali: acciaio, resina, teak
Pennino: oro 18k
Packaging: speciale
Sistema di caricamento: converter, cartuccia
 

Lo Spirito di Stella

Montegrappa è orgogliosa di portare il suo contributo alle lodevoli iniziative di Wheels on Waves o WOW. Wheels on Waves (“Ruote sulle Onde”)promuove i diritti delle persone diversamente abili e per richiamare l’attenzione su questa meritevole causa si propone di attraversare l’oceano a bordo de “Lo Spirito di Stella”, primo catamarano al mondo completamente accessibile alle persone a mobilità ridotta. La traversata ha lo scopo di promuovere la Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità (United Nations’ Convention on the Rights of Persons with Disabilities), da Miami a Roma, dal Segretario Generale delle Nazioni Unite a Papa Francesco.

Il viaggio de Lo Spirito di Stella prevede 18 tappe da Miami a Trieste, con altrettanti equipaggi. I vari team si alterneranno in sequenza, in rappresentanza di tutto il mondo e della sua diversità. La spedizione partirà a maggio 2017 con la consegna da parte del Segretario Generale delle Nazioni Unite della Convenzione sui Diritti delle Persone con Disabilità e si concluderà a Trieste con la partecipazione alla Barcolana in ottobre 2017.

Questo viaggio memorabile serve da cassa di risonanza per far conoscere questo importantissimo documento. L’obiettivo è di contribuire alla rimozione delle barriere architettoniche e, ancor più, di disperdere le resistenze psicologiche che restringono i diritti delle persone, promuovendo la parità tra “abili” e “diversamente abili”.